“(…) Storia del povero e del ricco

(…) Il ricco è seduto a un tavolo, fuma. Entra il povero.
– Ho finito di spaccare la legna, signore.
– Bene, il movimento giova alla salute. Ha un’ottima cera. Le sue guance sono tutte rosse.
– Ho le mani gelate, signore.
– Si avvicini! Faccia vedere! Ma è disgustoso! Le sue mani sono piene di piaghe e di foruncoli.
– Sono geloni, signore.
– Voi, voi poveri avete sempre delle malattie ripugnanti. Siete sporchi, ecco la vostra disgrazia. Tenga, ecco, per il suo lavoro.
(…)
-Che buon odore si sente qui da lei, signore.
– E’ odore di pulito.
– E’ anche odore di minestra calda. Non ho mangiato ancora niente oggi.
– Avrebbe dovuto. Quanto a me, vado a cena al ristorante perchè ho licenziato il mio cuoco.
Il povero annusa:
-Eppure è proprio odore di minestra calda.
(…)
Il ricco apre la porta, dà un calcio al povero che cade disteso sul marciapiede.
Il ricco richiude la porta, si siede di fronte ad un piatto di minestra e dice, unendo le mani:
– Grazie, Signore Gesù, per tutta la tua bontà.”

(A. Kristof – Trilogia della città di K.)

Annunci

15 thoughts on “

  1. Kalamella settembre 20, 2006 alle 8:18 am Reply

    è tremendo il tuo post mi ha fatto venire la pelle d’oca…
    mi sono intristita tutto dun colpo.. è la veirtà di quello che succede tutti i giorni intorno a noi…
    agghiacciante

  2. santamargherita settembre 20, 2006 alle 8:25 am Reply

    Lo trovo veramente “abberrante”

  3. GiselleB settembre 20, 2006 alle 8:57 am Reply

    tristemente vero e attuale.

  4. lalu5 settembre 20, 2006 alle 10:07 am Reply

    le ipocrisie, le apparenze, il bisogno di un rispecchiamento sociale sono trasversali ad ogni tempo..

  5. Dolcelei settembre 21, 2006 alle 8:16 am Reply

    Il tempo passa, i secoli ci hanno insegnato poco..il ricco sprezzante esiste sempre. Niente di nuovo sotto il sole purtroppo…

  6. santamargherita settembre 22, 2006 alle 9:15 am Reply

    Buon fine settimana caro amico

  7. Chantilly settembre 22, 2006 alle 5:18 pm Reply

    Kiewslosky è un mito… pecato non ci dia altre perle, nonostante il suo decalogo sia un’opera dalle infinite prospettive.

    Domani lo ecupero dalla librereia e lo rileggo, grazie per il suggerimento:)

  8. lefleurnoire settembre 24, 2006 alle 2:35 am Reply

    amo questo libro.l’ho bevuto tutto d’un fiato
    è doloroso
    e tagliente
    xome un pezzo di vetro
    nascosto nell’erba.
    io con i piedi scalzi

  9. victoralfieri settembre 24, 2006 alle 8:39 pm Reply

    Splendido. Conoscevo già. Sto girovagando per Splinder, munito di debita lanterna: trovo poco, ma a volte trovo. Qui ad esempio.
    Saluti.

  10. sadlisa settembre 26, 2006 alle 7:50 am Reply

    …accolgo il suggerimento, dando una sbirciatina 😉

  11. Eva82 ottobre 16, 2006 alle 3:18 pm Reply

    ke triste…

  12. Sasah ottobre 19, 2006 alle 2:22 pm Reply

    anch’io, amante della trilogia di k.

    un libro unico, gelido, spoglio, ricco, freddo ed infuocato.

  13. Satynka dicembre 17, 2007 alle 8:13 am Reply

    Molto triste e molto attuale ,che dire di più , le differeneze sociali esistono (anche se poi il padrone mangia la minestra) tra poveri e poveri e ricchi , dovrebbe sorgere il famoso miracolo per ridimensionare tutto/ci si sente

  14. dostoieva dicembre 4, 2008 alle 9:21 am Reply

    Mi hai fatto ricordare un curioso aneddoto: “Larbie era ubriaco perso, entrò in una pizzeria, ordinò dieci pizze, pagò, prese le pizze, le pestò sotto i piedi e se ne andò. Voleva dimostrare che i marocchini non sono morti di fame”.

  15. SLec ottobre 1, 2009 alle 1:31 pm Reply

    è un libro bellissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: