Io lotterò sempre,

contro il destino avverso,

contro il passato chè è stato e che vorrà,

contro il futuro che potrebbe e che sarà,

contro il tempo che invecchia le cose e sbiadisce i ricordi,

contro la sorte che si burla di noi e l’arroganza di chi si crede migliore,

contro la prepotenza dei vili e il silenzio dei deboli,

contro il fuoco dell’invidia e il gelo dell’indifferenza,

contro il sapore amaro della menzogna e il lascito infido del piacere,

contro gli uomini malvagi e le donne gelose,

contro le parole non dette e quelle pensate,

contro le frasi taglienti e quelle indifferenti,

contro la vita, se ci sarà nemica,

e contro la morte, se vorrà separarci,

contro tutto e tutti,

e lo farò per te, solo per te.

Annunci

31 thoughts on “

  1. BeaBeatrix ottobre 31, 2006 alle 10:00 am Reply

    La persona a cui sono (o saranno) rivolte queste parole, sarà una persona davvero fortunata, in grado di superare qualunque tempesta della vita.
    Bea

  2. Giu84 ottobre 31, 2006 alle 10:27 am Reply

    Mi piacerebbe sapere in che stato d’animo ti trovavi quando hai scritto questi versi, mi sembra di percepire una sorta di…”dualità” nelle tue parole, come se avessi un conflitto interno in corso del tuo cuore…sbaglio?
    Un abbraccio grande!

  3. tolstoj76 ottobre 31, 2006 alle 10:29 am Reply

    avevo paura di perdere una persona importante; ho scritto per farmi forza e scaricare l’angoscia.

  4. Layra ottobre 31, 2006 alle 10:35 am Reply

    … io credo che poco conti lottare futuro e passato.. l’importante è l’attimo presente 🙂

  5. 1sognoxdomani ottobre 31, 2006 alle 11:06 am Reply

    “Io lotterò sempre,
    contro il destino avverso,
    …contro la prepotenza dei vili e il silenzio dei deboli”.
    Grazie da parte dei “reduci” dei giardini che qualcuno sa (canzone di renato zero) A proposito di canzone, ti va di sentire insieme un pò di bossa nova? di cantare insieme nel mio post agua de marco con un pò di foto di un piccolo ambiente che a me piace molto… ti invito con piacere.

  6. tolstoj76 ottobre 31, 2006 alle 11:09 am Reply

    vorrei dire a Lyra che la differenza tra un romantico e un materialista è che il primo pensa sempre al futuro o al passato mentre il secondo solo all’adesso.
    1sognoxdomani non conoscevo la canzone di Renato Zero 🙂

  7. postylla ottobre 31, 2006 alle 11:15 am Reply

    Bene. Stessa lotta, motivazioni diverse… Io lo chiamo lottare contro i mulini a vento. Forse perchè lo faccio solo per me stessa.
    Incredibile come le quattro righe finali consegnino le tue parole al romanticismo e alla tenerezza, addolcendo la rabbia di tutto ciò che si erge idealista e maestoso nelle quattordici precedenti: ciliegina candita su una torta salata.

    I mie omaggi
    TuaDonnaPostyllaChisciotta

  8. LunacyL ottobre 31, 2006 alle 2:31 pm Reply

    Sveti Djordje.. o meglio San Giorgio… il santo guerriero per eccellenza, e mio protettore…. combatti sempre e con fierezza!

  9. venus4 ottobre 31, 2006 alle 4:38 pm Reply

    La tua poesi ha centrato il punto saliente delle mia vita, lottare per amore, l’amore da cui discendono tutte le cose belle della vita e purtroppo anche le cose brutte, perchè di amore si vive e si muore.
    con affetto
    vittoria

  10. Mangy ottobre 31, 2006 alle 5:33 pm Reply

    pero’…bella!

  11. Dolcelei novembre 1, 2006 alle 10:34 am Reply

    Lottare nella vita è necessario per la nostra sopravvivenza, lottare per una persona che si ama è la forma più alta dell’amore..Smacky ^___^

  12. Elektra88 novembre 1, 2006 alle 1:34 pm Reply

    come sei dolce… nel commento del mio blog riguardo le torri gemelle nn lo eri però…so bn che anche l’america fa morire gente tutti i giorni… ma quello era una giornata dedicata a lei, solo a lei e ai suoi morti.. sei un poeta? sei bravissimo a scrivere! Vieni ogni tanto da me, mi farebbe piacere avere una presenza nel mio blog che sappia scrivere così bene! Miraccomando, che tra poeti ci si intende! un bacio

  13. POESSE novembre 2, 2006 alle 11:44 am Reply

    Tempo fa mi hai lasciato un commento,a cui non ho potuto rispondere a causa de sto cazzo de splinder che non si apre mai come dovrebbe.Beh,ci ho pensato,e certo che hai ragione.Controllo,ci vuole.Ma non accuso chi non comprende,al massimo lo invidio:si tratta di malattie della mente,di depressione nel mio caso.Che essendo invisibile,viene poco compresa.E’ una malattia della volontà.Diresti mai ad uno che si è fratturato una gamba che con un po’ di disciplina guarisce in un batter d’occhio,contro ogni legge fisica o chimica?Io non lo credo.Buona giornata!

  14. Streghetta1986 novembre 2, 2006 alle 1:31 pm Reply

    Angoscia e tanta forza nelle tue parole.

    Un abbraccio e buona vita
    Azzurra

  15. POESSE novembre 2, 2006 alle 1:43 pm Reply

    Il dolore si accetta quando la razionalità riconquista per intero la mente per alcune parti malata:ripeto.E’ una malattia della volontà,la mia.Ma malattia prima di tutto.Questo io l’ho accettato da poco.E’ già qualcosa.

  16. LaDamaNera novembre 3, 2006 alle 1:16 am Reply

    stupenda…anke tu scrivi?sei un animo molto delicato 🙂 mi viene in mente “il fuoco dell’invidia”…anche io lo odio e purtroppo lo conosco bene…

  17. cominciare novembre 3, 2006 alle 8:33 am Reply

    la grandezza di un uomo è pari alla nobiltà del suo animo

    questi versi mi ricordano l’integrezza dei comandanti in battaglia e mi confermano ancora una volta che la natura viva dell’uomo si esprime solo attraverso il fermento della guerra.
    la pace è una menzogna, è un intervallo tra una conquista e l’altra.

  18. LaDamaNera novembre 3, 2006 alle 11:15 am Reply

    ke belle parole ke hai scritto riguardo alle linee gialle 🙂 si è vero…ma la vita è una lunga linea gialla e ke lo vogliamo o no bisogna lottare e sopravvivere…è il nostro destino in fondo.

  19. silkthought novembre 3, 2006 alle 11:51 am Reply

    Hai il tono incoraggiante di una presenza stabile.

  20. ladybird80 novembre 3, 2006 alle 12:57 pm Reply

    Ciao grazie per essere passato. Ti ho risposto.

    Ma sai leggendo il post pensavo che avessi copiato da qualche parte invece poi ho letto che l’hai scritto tu. Complimenti.

    Ma il titolo si ispira a Baudelaire allora, vero?

  21. Tempestaruby novembre 3, 2006 alle 1:27 pm Reply

    beh la vita e’ una lotta continua… ^_^
    armiamoci e cerchiamo di vincere sempre..
    Un sorriso
    Chiara

  22. simmi novembre 3, 2006 alle 2:00 pm Reply

    ciao, scusami se mi sono disconnessa, ma devo andare….comq continuerò a leggerti…baci simmi

  23. victoralfieri novembre 3, 2006 alle 3:48 pm Reply

    Bellisime parole Tolstoj, sprigionano energia… un abbraccio Victor

  24. pollymagoo novembre 4, 2006 alle 3:56 pm Reply

    Passata di qua. Un bacio.

  25. rolloagostinojr novembre 7, 2006 alle 7:18 pm Reply

    io pure ho le stesse idee tue ^—@

    ciao tosto

  26. rolloagostinojr novembre 7, 2006 alle 8:10 pm Reply

    ORZOWEY
    Corri regazzo vai e non fermarti mai
    La notte scendera’ il freddo arrivera’
    Ma non pensare che tutto sia contro te
    C’e’ I’amore sole giallo sorridera’

    Orzowei
    na na na na na . . .
    Lot’ra per la tua vi(ta)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Prima che sia fini(ta)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    E la speranza sal(e)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Di battere anche (il) mal(e)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Senti quel che ti di(co)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Trovi sempre un ami(co).

    Corri ragazzo vai e non fermarti mai
    L’odio non vincera’ la luce splendera’.

    Orzowei
    na na na na na . . .
    Lotta per la tua vi(ta)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Prima che sia fini(ta)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    E la speranza sal(e)
    Orzowei
    na na na na na . . .
    Di battere anche (il) mal(e).

    Credi nell’amore e non tradirlo mai
    Lui ti guidera’ lui ti salvera’
    Lui ti portera’ via piu’ lontano
    Sempre piu’ lontano via cosi

    Orzowei
    na na na na na . . .

  27. Meredice novembre 9, 2006 alle 4:53 pm Reply

    …a te che non mi hai mai chiesto niente

    nè di salvarti nè di dissetarti
    nè di affogare nè di arrampicarmi

    ma l’amore mi ha fatto cavaliere
    per preservarti nell’ampolla
    per farti vivere il tuo tempo.

  28. VARDAELLENTARI novembre 10, 2006 alle 11:37 am Reply

    have a nice day ..one kiss

  29. lliriel novembre 23, 2006 alle 1:28 pm Reply

    parole che vorresti sempre sentirti dire….
    🙂

  30. arsomnia dicembre 21, 2006 alle 8:44 pm Reply

    ho letto i tuoi post da quello del 20 dicembre fino a questo che è – a dir poco – sublime…
    Interessante questo blog..
    Un saluto e auguri di Buon Natale
    Ars

  31. shadysun maggio 20, 2007 alle 7:12 pm Reply

    intensa e tormentata. bruciante anche, probabilmente per la forza e l’energia che traspare, la definirei una dichiarazione d’amore sincera e assoluta. ad averne!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: