(Andrea Mantegna, Mantova: 16 settembre 2006 – 14 gennaio 2007)

Annunci

22 thoughts on “

  1. PolePole2 novembre 6, 2006 alle 1:08 pm Reply

    …lo adoro quest’uomo!
    era davvero un grande!
    e poi complimenti per il blog…

  2. vestitadisogno novembre 6, 2006 alle 2:25 pm Reply

    Un corpo senza vita,la rappresentazione di Cristo nella sua dimensione umana,e non solo spirituale. Noi,spettatori ai suoi piedi,come se fosse ancora sulla croce a respirare quel dolore di chi si sente di aver perso ogni speranza.

  3. Streghetta1986 novembre 6, 2006 alle 4:07 pm Reply

    Senza parole.Come giustamente hai pensato tu: non servono commenti per qualcosa di simile. Indefinibile, come del resto lo sono tutte le cose splendide e che toccano l’animo umano.

  4. merechita novembre 7, 2006 alle 10:42 am Reply

    Piero della Francesca, dello stesso periodo del Mantegna, è nato nella mia ridente cittadina. Al nostro museo è conservata la “Resurrezione”.

  5. BeaBeatrix novembre 7, 2006 alle 1:24 pm Reply

    Un lenzuolo impalpabile e sgualcito, così reale da poter immaginare di sentirne la consistenza al tatto.
    Mantova ha davvero innumerevoli tesori.
    Ciao

    Bea

  6. ilcinquedispade novembre 7, 2006 alle 5:00 pm Reply

    Bellissime foto…io adoro l’arte…

  7. VictoriaKalos novembre 7, 2006 alle 7:54 pm Reply

    Mantova è un po’ fuori mano per me, ma non credo mi perderò le mostre dedicate al Mantegna nelle città di Verona e Padova.
    Adoro il Cristo da lui disegnato, la sua umanità, sua sua corporeità.
    E sogno di arrivare presto alla conoscenza delle tecniche pittoriche: allora sì che potrò comprendere ancora meglio l’anima dei grandi pittori del passato attraverso la scelta dei colori, dei torni, della luce. Nell’alchimia che vive dietro alla preparazione di un’opera visiva.

  8. Elektra88 novembre 7, 2006 alle 8:15 pm Reply

    anch’io amo l’arte maaaaaaaa ironicamente parlando…che ne dite di organizzare una serata in discoteca […] ehehe 😀

  9. Dolcelei novembre 8, 2006 alle 8:05 am Reply

    Il primo dipinto mi da due sensazioni diversissime, l’angoscia, il dolore fluidificati nella perfezione dei colori e delle forme. Meraviglioso! Smacky ^_^

  10. IrinaP novembre 8, 2006 alle 9:51 am Reply

    Mmmh… di primo acchito il sito sembra interessante… non ho molto tempo ora di leggere tutto perchè sono in univ… cmq io con la poesia non ci azzecco molto, preferisco la prosa!

  11. Luna70 novembre 8, 2006 alle 10:12 am Reply

    Bello il tuo blog! Belle le immagini che hai scelto e anche le poesie, complimenti!

  12. joeymito novembre 8, 2006 alle 12:21 pm Reply

    Complimenti per il blog e un saluto dai Bombastic Boys, stuntmen professionisti…
    Ci divertiamo a massacrarci girando video nei quali compiamo le imprese più assurde e dolorose

  13. 1sognoxdomani novembre 8, 2006 alle 12:29 pm Reply

    a me il mantegna non piace… diciamo che mi sono un pò allontanata alla storia dell’arte dopo 5 anni e un diploma con una ottima maturita’ da operatrice turistica… solo che di mantegna se mi chiedi mi ricordo molto poco…effetto anche dei farmaci. Il cristo morto, se non erro si chiama così, però è in grado di darmi ancora delle forti emozioni. Saltando di palla in frasca Tolstoj ti invito a leggere il mio post e a seguire le info per scambiarci pareri su un video. Mi piacerebbe farmi una idea generale… sempre quando hai tempo. CI vuole gente che ami l’arte come te… tra qualche giorno se trovo tempo faccio un post su una cosa che sicuramente saprai… ma che io ho scoperto per caso…e che ho a due passi da casa!!! Tra leggenda, storia, religione e arte. se non fosse per gli artisti!!!! bacioni, laura.

  14. nym novembre 9, 2006 alle 9:40 am Reply

    Incuriosita sono passata dal tuo blog e, in apertura, ho trovato uno dei miei dipinti preferiti, il Cristo morto del Mantegna.
    Un sorriso, a ri-leggerci.

    Nym

  15. tangerine74 novembre 9, 2006 alle 9:25 pm Reply

    Se avessi tempo e possibilità ci andrei a Mantova. In assoluto.
    A rileggerci. L.

  16. postylla novembre 10, 2006 alle 9:35 am Reply

    Il silenzio è la via.
    Contemplazione estatica e muta.
    La parola è confutabile orpello.

    Lasciarsi attraversare dall’immagine senza l’autocompiacimento del commento, dell’approvazione o della critica.

  17. ilcavatappi novembre 10, 2006 alle 9:38 am Reply

    molto bello.

    tivibbi

  18. RamyRamy novembre 10, 2006 alle 10:46 am Reply

    no che non ci provava… tutti istruttori seri trovo oh.. che sfortuna XDDD skerzo!!! baci baci

  19. CursedSoul novembre 10, 2006 alle 12:58 pm Reply

    Mi è capitato proprio in questi giorni di vedere uno speciale in tv sul Mantegna… davvero un grande artista.
    Complimenti anche per come hai organizzato questo blog.. piace e si vede… passa una buona giornata.

  20. cassandra666 novembre 14, 2006 alle 4:17 pm Reply

    io ci sono stata bella mostra

  21. donnanuova febbraio 3, 2009 alle 7:25 am Reply

    Vedo che sei stato nella mia città! Bella la mostra su Mantegna, ma come “La Celeste Galeria” ti giuro, non ne ho mai viste! Se penso alla ricchezza delle collezioni dei Gonzaga!
    A presto DonnaNuova.

  22. dostoieva febbraio 3, 2009 alle 9:30 am Reply

    Un bel frammento ti regalo: “Non a caso fino al Cinquecento il Risorto veniva rappresentato addirittura in erezione, a sottolinearne l?effettiva natura umana. Perfino il Cristo morto di Andrea Mantegna custodito
    nella Pinacoteca di Brera trasuda virilità”.
    Il Foglio l?ha paragonata a Giovanna d?Arco. C?è in lei una sorta di predestinazione al rogo.
    Suo padre era massone. Costruiva
    raffinerie nel Mediterraneo.
    Stefano Lorenzetto ha intervistato Lucetta Scaraffia per Panorama, 1 gennaio 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: