T’ho trovata per caso tra mille comparse,
profumavi di resina e dolori sconfitti,
di baci mai dati e passioni scarlatte.

Hai temuto i nostri pensieri,
gelida al cospetto del mondo,
nereide nel lago del tempo.

Amami come le fiere,
come il mare che divora la terra,
e l’erba che sfida le stelle.

Cullami come un bambino,
tra le ragioni dell’istinto più puro,
della morte che reclama la vita.

Saziami nel ventre dei giorni,
carne d’un’unica anima, spirito d’un’unica carne,
lontano dagli occhi di tutti.

Annunci

49 thoughts on “

  1. orsettadolce maggio 1, 2007 alle 10:26 pm Reply

    Molto bella questa poesia e ho notato che hai lo stesso mio stile nella grafica del blog

  2. lindansa maggio 2, 2007 alle 12:10 am Reply

    versi mistici

  3. Ghidara maggio 2, 2007 alle 5:21 am Reply

    Parole bellissime…

  4. pinkypinky maggio 2, 2007 alle 10:17 am Reply

    Ti saluto così….

    bello andare, ma altrettanto bello…tornare!

    Un abbraccio*

  5. FalenaEbbra maggio 2, 2007 alle 10:40 am Reply

    Abbandono, passionalità, tenerezza, generosità: ciò che questi versi sprigionano.
    Complimenti!

    Buona giornata
    Falena

  6. venus4 maggio 2, 2007 alle 3:56 pm Reply

    Che bella poesia!
    le parole scivolano, come rugiada nell’inconscio, e come rugiada si fermano un attimo per farti gustare le parole e il ritmo e provocarti dolore a lasciarle!
    Ciao

  7. Dolcelei maggio 3, 2007 alle 2:31 pm Reply

    Stupendamente passionale..bello anche il dipinto..Un ABBRACCIO! 🙂

  8. novadiana maggio 3, 2007 alle 2:44 pm Reply

    “Lontano dagli occhi di tutti”
    già…

  9. dipcadeave maggio 3, 2007 alle 4:00 pm Reply

    E’ davvero bella.. piena di musica, e ricca.. piena… bella..

  10. PrincessCris maggio 3, 2007 alle 4:54 pm Reply

    Bellissimi questi versi.
    Trasmetti le sensazioni attraverso il “mix” di parole e rime.

    Complimenti

  11. MlleSatin maggio 3, 2007 alle 8:07 pm Reply

    bellissima, complimenti…
    ma perché lontano dagli occhi di tutti?
    un bacio

  12. flamboyant maggio 4, 2007 alle 8:20 am Reply

    Ignorare la lirica è la tendenza della poesia odierna…ma per fortuna ritornano i Neolirici…
    Questi tuoi versi sono splendidi,
    molta emozione, molta anima…
    Bravo, come al solito.

  13. unheimlichkeit maggio 4, 2007 alle 1:28 pm Reply

    Come appartarsi in un utero, insomma…

    Sempre molto bravo!

    Byebye

  14. Prosperosa maggio 4, 2007 alle 3:33 pm Reply

    E’ veramente bella, spero che la dedicherai a qualcuna, ne sarà di certo felice.

  15. liliangish maggio 5, 2007 alle 9:03 am Reply

    belli i versi, e bell l’Olimpya… uno dei miei quadri preferiti.

    buona giornata.

  16. Dolcelei maggio 5, 2007 alle 11:02 am Reply

  17. amicadellaluna maggio 6, 2007 alle 11:57 am Reply

    Bellissima!!! Complimenti… un caro saluto … da questa parte del mondo!
    G.

  18. Ryoko88 maggio 6, 2007 alle 12:26 pm Reply

    Complimenti per il nick io adoro Tolstoj, passerò con più calma a leggere megli ;)ciao

  19. Pachucha maggio 6, 2007 alle 2:02 pm Reply

    Bellissima poesia 🙂

  20. dionisandre maggio 6, 2007 alle 2:36 pm Reply

    preferisco Dostoewskij però un blog sulla letteratura russa è qualcosa di amabile, per forza

  21. flaviablog maggio 7, 2007 alle 9:30 am Reply

    Molto intima, compassionevole e passionale con il pudore finale che non guasta, ma esalta.

  22. Namyra maggio 7, 2007 alle 11:28 am Reply

    Molto toccante e sensuale. Cosa ti ha ispirato?

  23. dollyboop maggio 8, 2007 alle 11:12 am Reply

    dolci versi! e ottima scelta per la riproduzione del quadro di manet o mi sbaglio???:)
    a presto un saluto*

  24. bimbas maggio 8, 2007 alle 11:20 am Reply

    poichè non hai messo alla fine il nome dell’autore intuisco che è tua quindi ti faccio i complimenti è molto bella e sentita
    Maluna

  25. diamanta maggio 8, 2007 alle 1:54 pm Reply

    Chiedo venia ancora, ma avendo il blog (per il momento, si prevedono disastri da domani di la ^__^) su virgilio, non leggevo i PVT.. ehehhehe
    Oggi sono un pò presa sul lavoro, ma stasera da casa con tranquilla ripasso.
    Ciao ^__^

  26. MissDaemonia maggio 8, 2007 alle 4:44 pm Reply

    non mi funziona quella maledetta chat! 😦

  27. dragonphoenix maggio 8, 2007 alle 9:38 pm Reply

    sai cosa
    che a volte mi fà incazzare essere innamorata di una persona che non lo merita. L’amore è un sentimento che dovrebbe sempre essere ricambiato, altrimenti ti devasta.
    E con i tuoi versi rendi davvero l’idea
    un abbraccio
    T

  28. canna maggio 10, 2007 alle 11:52 am Reply

    bello trovare per caso qualcuno di cui saziarsi…

  29. aliceinwonder maggio 10, 2007 alle 6:59 pm Reply

    eccomi passata dalle tue parti….tu segui scritture forse su un’altra strada rispetto alle mie attuali,ma le scritture sono tutte parallele e questo blog è un’occasione per me per non dimenticarlo.a presto incrociarci

  30. IrinaP maggio 11, 2007 alle 4:45 pm Reply

    Aleggia una diversa passione in questi tuoi versi, una semplicità che incontra decisamente i miei gusti… una diversa passione da quella trasudata da altri tuoi versi, scoperti propio oggi, in mezzo a tanti altri, in mezzo ai girasoli… sono contenta. Ciao e a presto!

  31. angelikaramella maggio 11, 2007 alle 9:40 pm Reply

    Meraviglioso pensiero e deliziosa l’immagine scelta^_^Un bacio a te Angelo;-)

  32. gulliveriana maggio 11, 2007 alle 10:57 pm Reply

    Son passata per caso e ho letto questi bei versi…
    un saluto
    Gulliveriana

  33. Hermyonee maggio 12, 2007 alle 12:21 am Reply

    mes compliments mon cher, tes vers sont sublimes… simplement sublimes

    bises

  34. Lallylake maggio 12, 2007 alle 6:51 am Reply

    Bellissima. Semplici le parole, insolito l’accostamento, bellissimo il contenuto.

  35. IrinaP maggio 13, 2007 alle 10:32 am Reply

    Allora, questa è la poesia (come vedi che TU HAI PUBBLICATO SUL TUO BLOG) che ho letto e commentato confrontandola con quella “trovata tra il giallo di girasoli e il profumo di carta”… ahò, c’abbiamo capiti ora?
    Un bacione, 😛

  36. BeaBeatrix maggio 14, 2007 alle 4:15 pm Reply

    “Amami… come il mare che divora la terra”
    Sono parole terribili e seducenti per chi l’ha provato.
    Un saluto.

    Bea

  37. lullubay maggio 15, 2007 alle 10:34 am Reply

    …siamo carne ed anima…farfalle sì…se sappiamo rispettare con consapevolezza il nostro volo…sospinti dal vento leggero ed anche da quello impetuoso che ci offre la vita…parole deliziose ed intense…piacere di aver incontrato il tuo librare, la tua ricerca delle parole…un abbraccio leggero!!!

  38. lizzzard maggio 16, 2007 alle 3:25 pm Reply

    Bella… molto sensuale.

  39. catyaMenichelli maggio 17, 2007 alle 1:00 am Reply

    trasuda sensualità senza volgarità…
    bellissima
    ciao tolstoj

  40. shadysun maggio 17, 2007 alle 9:43 am Reply

    “Cullami come un bambino,
    tra le ragioni dell’istinto più puro,
    della morte che reclama la vita.
    Saziami nel ventre dei giorni,
    carne d’un’unica anima, spirito d’un’unica carne,
    lontano dagli occhi di tutti”

    questi versi hanno un che di materno, protettivo, fetale, d’altra parte l’amore deve essere anche questo. bei versi. dolci e avvolgenti

    ciao tol :))
    Frà

  41. legamilanima maggio 17, 2007 alle 11:26 am Reply

    le sento molto sulla mia pelle…bellissimi versi

  42. TheDarkSideOfMe maggio 21, 2007 alle 11:05 am Reply

    è una magnificenza…se non ti dispiace la posto nel mio blog!

  43. flameonair giugno 11, 2007 alle 9:20 am Reply

    la trovo incredibilmente materiale e spirituale al tempo stesso. Mi piace da impazzire. Potrei postarla con il tuo nome e il link del tuo blog sul mio. O, se preferisci farlo tu, ti invito…

  44. ladilunaa giugno 12, 2007 alle 11:26 am Reply

    Saziami nel ventre dei giorni,
    carne d’un’unica anima, spirito d’un’unica carne,
    lontano dagli occhi di tutti.

    o dimenticami
    perchè immenso è il mare
    dove non mi puoi avere
    oltre ogni destino d’acque
    e di potere
    lasciami andare…

  45. Breathe84 giugno 13, 2007 alle 9:38 am Reply

    Stupendi versi! Sono tuoi? 😀

  46. camozzi giugno 16, 2007 alle 3:48 pm Reply

    Belle immagini liriche.
    🙂 Mac

  47. Nausicaa7 luglio 20, 2007 alle 3:03 pm Reply

    l’amore cannibale…quello che o bruci l’anima o spacca il cuore…un amore sublime e terribile…che scende fin in fondo agli abissi dell’anima…e come una marea ti prosciuga….poesia profonda…complimenti

  48. desdemona00 ottobre 23, 2007 alle 4:02 pm Reply

    la ragione dell’ istinto…ossimoro perfetto!Non so quale, tra ragione e istinto, sia la parola più attraente…perchè le parole attraggono e affascinano!

  49. sakkaku maggio 16, 2008 alle 2:08 pm Reply

    Uhm!
    Mi piace perchè i primi 3 versi hannop un retrogusto baudelairiano…^ ^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: