“Da trentacinque anni lavoro alla carta vecchia ed è la mia love story. Da trentacinque anni presso carta vecchia e libri, da trentacinque anni mi imbratto con i caratteri, sicché assomiglio alle enciclopedie, delle quali in quegli anni avrò pressato sicuramente trenta quintali, sono una brocca piena di acqua viva e morta, basta inclinarsi un poco e da me scorrono pensieri tutti belli, contro la mia volontà sono istruito e così in realtà neppure so quali pensieri siano miei e provengono da me e quali li ho letti, e così in questi trentacinque anni mi sono connesso con me stesso e col mondo intorno a me, poiché io quando leggo in realtà non leggo, io infilo una bella frase nel beccuccio e la succhio come una caramella, come se sorseggiassi a lungo un bicchierino di liquore, finché quel pensiero in me si scioglie come alcool, si infiltra dentro di me così a lungo che mi sta non soltanto nel cuore e nel cervello, ma mi cola per le vene fino alle radicine dei capillari.”

(Bohumil Hrabal – Una solitudine troppo rumorosa)

Bohumil Hrabal, scrittore ceco vissuto tra il 1914 e il 1997, fu una personalità decisamente originale: grande bevitore e uomo assolutamente “comune”, sfuggì la notorietà e potè dedicarsi alla scrittura solo molto tardi. Fece mille mestieri: fu magazziniere, operaio in una fabbrica di birra, copista presso lo studio di un notaio, manovratore e capostazione ferroviario, telegrafista, agente assicurativo, metalmeccanico. Fra questi, anche imballatore di carta da macero. Probabilmente da tale esperienza nacque “Una solitudine troppo rumorosa”, poemetto in prosa che fa della lingua di strada lo strumento più naturale di un istintivo lirismo. Il protagonista del romanzo salva volumi pregiati dalla distruzione, si impossessa di tesori di cui qualcuno ha incredibilmente deciso di disfarsi. Attraverso la sua voce, l’autore canta la propria passione per la letteratura con la commovente tenerezza di un bambino attaccato al sogno pericoloso ed ammaliante di un’elitaria religione di cellulosa, quel codice di regole mai scritto che è noto solo a tutti i veri cultori dell’Arte. Bohumil si droga di frasi che “succhia come caramelle” e pesca qua e là negli adorati classici del pensiero di sempre. Allo stesso modo, l’io narrante del libro si ritrova a traboccare di mille pensieri, impossibile dire se propri o altrui. Esperienza, questa, comune ai veri innamorati della scrittura che eleva la ristretta cerchia dei lettori “autentici” dalla massa rumorosa e cieca degli spettatori occasionali, quelli da “libro dell’estate”, o da “non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine”. Del resto, per ascoltare un lamento ci vogliono orecchie pronte a sanguinare, senza paura né dolore, ma con grazia e coraggio. La “solitudine” di Hrabal, triste e misteriosa come un mantra, impossibile da definire, è voce sporca, da scoprire uscendo dal coro, suono lesto ad inebriare di stonature. Qui si canta l’uomo dei confini, delle verità scomode, dei vizi che si mescolano alle virtù. Che le parole non siano sufficienti pare avere poca importanza, il trauma dei tempi e del loro avvicendarsi esige uno sforzo profondo e un pizzico di anestetico, magari proprio una caramella di carta.

Ecco come ho sempre immaginato il mio blog: un sacchetto pieno di caramelle da succhiare a disposizione di tutti i golosi di parole. Approfitto di questo post per “celebrare” i suoi due anni di vita. Spero di avere offerto ai passanti spunti di un qualche interesse. Buona lettura!

Annunci

50 thoughts on “

  1. scatto75 settembre 5, 2008 alle 12:55 pm Reply

    caspita, qui c’è tanto da leggere!!!

    passerò con calma più che volentieri a leggere, di sera xchè durante il giorno il lavoro incombe!!!

    sorrisi super e buon fine settimana!
    Annalisa

  2. Sciula82 settembre 8, 2008 alle 4:04 pm Reply

    Un vero e proprio stream of consciousness eh? Sullo stile anche di Proust, dal quale dai il nome al blog…à la recherche du temps perdu!
    Beh complimenti davvero….ho decisamente apprezzato gli “spunti” a testi e artisti che adoro!
    Grazie per l’invito…onorata di aver catturato la tua attenzione con così poco.
    E’ piacevole incontrare sguardi attenti e non superficiali.
    Continua così e auguri per i 2 anni del blog!

  3. melacecca settembre 8, 2008 alle 6:22 pm Reply

    è una cosa bellissima quella che hai detto, che ha detto rabal..

  4. Jaty settembre 8, 2008 alle 8:47 pm Reply

    mi hai chiesto di passare e… eccomi qua!!!
    ciao ciao^^

    ps. se ti va passa anche tu a fare un saluto =)

  5. frammentixy settembre 9, 2008 alle 8:30 am Reply

    Attesa e Assenza… il piacere della lettura, e della scrittura, nasce anche da queste due compagne-sorelle… non ti pare?
    Mi unisco al coro dei complimenti e degli auguri per il tuo blog.

  6. HAWIKA settembre 9, 2008 alle 5:09 pm Reply

    Eccomi! Si, è interessante questo blog, grazie per avermelo fatto conoscere, se le caramelle sono così buone, ripasserò senz’altro! Complimenti!

  7. IrinaP settembre 9, 2008 alle 6:06 pm Reply

    Mi sei venuto in mente e allora ti lascio un saluto… sai che non sono golosissima delle tue caramelle e che ho altri gusti ma qualche assaggio ogni tanto mi garba… quindi buon blog-compleanno! 🙂

  8. sorgeredelsole settembre 10, 2008 alle 11:14 am Reply

    un saluto..

  9. Murderballad settembre 10, 2008 alle 8:31 pm Reply

    Passata. Prenderò spunti.

  10. redimpression settembre 11, 2008 alle 12:00 pm Reply

    Grazie di tutto!

  11. wonderwomen settembre 11, 2008 alle 3:01 pm Reply

    sono senza parole, hai scelto il mio scrittore preferito, mio connazionale, mio mito… grazie

  12. Ventisettenne settembre 11, 2008 alle 3:47 pm Reply

    L’hai fatto..

    Passo a prendere anche questa caramella, e diversamente dal mio solito.. lascio parole anzichè silenzio..

    Il tuo blog mi è sempre piaciuto..

  13. LaZara settembre 11, 2008 alle 9:41 pm Reply

    Affascinante! Ma non mi sembra che ti manchino le visite sul blog! Comunque passa pure ad invitarmi ogni tanto, mi lusinga! Io sono cortese, accetto l’invito. ^^

  14. dolcemalvasia settembre 11, 2008 alle 11:09 pm Reply

    luogo ricco di cultura

  15. Spikesilver settembre 15, 2008 alle 10:32 am Reply

    Passo molto in ritardo, lo so, ma questo non ha tolto nulla alla magia del tuo intervento. Mi ha ancora regalato molto!

    ciao!

  16. Dear settembre 17, 2008 alle 9:50 am Reply

    grazie per il tuo invito, vedrò di “rubare” una caramellaal giorno.

  17. ruemiette settembre 17, 2008 alle 7:39 pm Reply

    E’ la prima volta che passo da te, ti faccio i miei migliori auguri per i due anni di blog, e i complimenti per questo splendido post!
    un bacio
    Rue

  18. soloeli settembre 19, 2008 alle 1:44 pm Reply

    pensieri tutti belli…
    caramelle da lasciar sciogliere sulla lingua..
    grazie.

  19. violaamore settembre 19, 2008 alle 7:45 pm Reply

    affascinante l’espressione d’amore per la lettura; ho visto un’attenzione ad artisti spesso trascurati: Malaparte, Brancati… e Hopper, a mio giudizio bravissimo…
    ciao

  20. Vivendolestelle settembre 22, 2008 alle 9:33 am Reply

    Augurissimi al tuo blog!

  21. Delgadina settembre 23, 2008 alle 2:58 pm Reply

    Ciao!Interessante il tuo blog,lo terrò presente!Coincidenze,oggi io apro e tu festeggi i due anni!Saluti!

  22. BANNY84 settembre 24, 2008 alle 4:37 pm Reply
  23. PolePole2 settembre 24, 2008 alle 5:42 pm Reply

    Tanti blog-auguri…anche se in ritardo… sono tornata, in piena forma, recuperata dopo tanto effetto mongolfiera..
    Accetto di buon grado una caramella, da brava golosa viziosa (i vizi non passano…) e ti saluto. Baci e a presto

  24. zaritmac settembre 24, 2008 alle 6:02 pm Reply

    prendo una caramella, da novizia.
    E che importa se sei uno sconosciuto 😉

  25. katika settembre 25, 2008 alle 11:00 pm Reply

    auguri per il tuo bel blog.

  26. cristry settembre 26, 2008 alle 7:59 am Reply

    A quando il nuovo post? Ciao

  27. BaiLing settembre 27, 2008 alle 2:21 pm Reply

    “Allo stesso modo, l?io narrante del libro si ritrova a traboccare di mille pensieri, impossibile dire se propri o altrui. Esperienza, questa, comune ai veri innamorati della scrittura […]”
    Questo passaggio mi è piaciuto moltissimo: è vero, quando amiamo un libro ed i suoi personaggi, i loro pensieri, le loro emozioni ed i loro ricordi diventano un po’ anche i nostri.
    La complessità del nostro Io non è influenzata solo dalle esperienze che viviamo, ma anche da quelle che assorbiamo leggendo.
    Buon blog-compleanno 🙂

  28. arcobaleno84 settembre 28, 2008 alle 11:10 am Reply

    ti lascio un saluto e un buon weekend 🙂

  29. rosdrudidurella settembre 28, 2008 alle 11:42 pm Reply

    parole meravigliose buone come le caramelle vestite di pensieri “fruttuosi”.
    Tanti Auguri per i due anni, buon compliblog.
    Baci
    Rossella

  30. scharta settembre 29, 2008 alle 8:47 am Reply

    Beh…queste parole decisamente colano nelle vene…e penso che il tuo blog sia come un sacchetto colmo di caramelle, quelle che piacciono di più, quelle che non smetteresti mai di mangiare…complimenti,davvero!

  31. chatterly settembre 30, 2008 alle 12:58 pm Reply

    E’ sempre bello assaporare le tue caramelle di cultura ^___^

  32. flameonair ottobre 1, 2008 alle 8:14 am Reply

    Splendido il tuo post come il tuo blog, da sempre. La mia tristezza è che la vita quotidiana, “da donna assolutamente comune”….intralcia il tempo dei pensieri, il succhiare avidamente le caramelle altrui e le mie…
    Un abbraccio ancora piu’ forte per l’anniversario del blog 🙂
    Paola

  33. silvialeonardi ottobre 1, 2008 alle 11:56 am Reply

    vorrei fare mie le parole dell’autore. Mi ci sento molto in sintonia.
    Un saluto
    Silvia

  34. soratte ottobre 1, 2008 alle 12:52 pm Reply

    …approfitto anche io per succhiare un po’ di caramelle e spero che non sia arrivata troppo tardi e che ce ne sia rimasta qualcuna anche per me…

  35. provehito ottobre 1, 2008 alle 2:17 pm Reply

    sono passata..

  36. cautelosa ottobre 1, 2008 alle 5:14 pm Reply

    Ciao. Ho trovato il tuo invito e sono venuta a visitare il blog. Prima di tutto, auguri (in ritardo) per il blog-compleanno e complimenti per la scelta degli argomenti trattati. Ho appuntato il nome di Hrabal che, confesso, non conoscevo e cercherò qualcosa di suo. Ciao!

  37. romanticaperla ottobre 2, 2008 alle 8:34 am Reply

    COMPLIMENTI E CONGRATULAZIONI!!
    vany

  38. romanticaperla ottobre 2, 2008 alle 8:35 am Reply

    :))vany

  39. sensualsoul ottobre 2, 2008 alle 9:46 am Reply

    Succhiando una caramella ti dico bellissimo blog pieno di spunti e riflessioni…Complimenti per i due anni di blog….
    Buona giornata…
    Anna…

  40. Nefth ottobre 2, 2008 alle 11:39 am Reply

    ti lascio un saluto e un ricordo, derubando qualche caramella, passo e scappo^_^
    un saluto

  41. isaisaisa ottobre 2, 2008 alle 12:54 pm Reply

    Buon compleanno!

    e… grazie per le caramelle 🙂

    Felice giornata

    Isa

  42. VblackEyed ottobre 2, 2008 alle 1:44 pm Reply

    Grazie per l’invito. E grazie per le caramelle.

  43. Menzinger ottobre 2, 2008 alle 9:25 pm Reply

    A quando un nuovo post? Di qui ero già passato.
    Ciao

  44. Stex77 ottobre 3, 2008 alle 8:20 am Reply

    Che bell’immagine il sachetto di caramelle.
    Buon BLOGGHEANNO.
    :o)

  45. MakoSonoda ottobre 3, 2008 alle 12:13 pm Reply

    Ciò che più mi aveva colpito nelle parole dell’autore, è stata proprio l’immagine della caramella. Poeticamente concreta.

    Grazie dell’invito e auguri al blog.

  46. lail ottobre 3, 2008 alle 10:31 pm Reply

    110 commentooooooooo…solo a leggerli ti passa la voglia…cmq sei davvero bravo e li meriti tutti complimenti a te ..lail

  47. donnadicuori ottobre 9, 2008 alle 2:56 pm Reply

    grazie per l’invito..
    ciao

  48. SoloDesy dicembre 10, 2008 alle 5:33 pm Reply

    Ciao 🙂
    In realtà ero già passata a dare una scorsa veloce, prima ancora di ricevere il tuo invito. Ti faccio i miei più sinceri complimenti per questo interessantissimo blog. E’ davvero delizioso……Credo che verrò spesso ad assaporare le tue “caramelle”. Grazie! Un salutone 🙂
    desy.

  49. bubybu dicembre 19, 2008 alle 8:36 pm Reply

    Grazie per avermi dato l’opportunità di conoscerti e poi sai che al cervello serve sopratutto lo zucchero quindi non smetterò di magiare caramelle. Un abbraccio, ti auguro serene feste, ritornerò…Laura

  50. ElisabettaC febbraio 27, 2009 alle 11:50 am Reply

    Da Una solitudine troppo rumorosa

    comperai della carta da pacchi azzurra, fili, rocchetti di filo grezzo, colla, e per tutta la domenica, sul pavimento … incollai e composi un aquilone, tesi i fili perimetrali affinchè l’aquilone salisse con precisione su ai cieli

    Un blog
    per te è caramella
    per me aquilone

    veicolo d’informazione

    per indignazione premente

    guarda fuori, non vedi quanti aquiloni in cielo?

    ^baci^

    Uto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: